LA SINISTRA DI CADONEGHE SI PRESENTA FRAMMENTATA, COALIZIONE CIVICA INDICA LA STRADA PER RICOSTRUIRLA

“Che cos’è la destra, cos’è la sinistra” cantava Giorgio Gaber nel 1994. Coalizione Civica per Cadoneghe oggi si pone la stessa domanda, disegnando la propria visione del futuro politico di Cadoneghe.

L’attuale situazione, che vede il centro sinistra frammentato per la prima volta a Cadoneghe, è un chiaro segnale d’allarme: vi è necessità di rinnovo. Secondo Coalizione Civica, infatti, i numerosi incontri degli ultimi mesi con altre liste civiche e il Partito Democratico hanno portato ad un nulla di fatto principalmente per due motivi: nomi che ricordavano il passato e troppi  personalismi. I principali esponenti delle anime di sinistra, infatti, hanno una storia che in un modo o nell’altro ha deteriorato i rapporti interpersonali, creando attriti e agitazioni. Mettere queste persone fianco a fianco è estremamente rischioso perché significa creare un equilibrio instabile, tenuto temporaneamente insieme dalla necessità di riunire i voti in campagna elettorale e pronto a “crollare” durante l’amministrazione, creando disagio per la comunità e ulteriori danni alla reputazione – già abbastanza maltrattata – della sinistra.

In questo scenario, ponendo ragionevole attenzione alle prospettive future, qual è la soluzione? Coalizione Civica per Cadoneghe indica la strada: è necessario rinnovare le persone che decidono di occuparsi di politica. Quando saranno persone nuove ad incontrarsi per costruire alleanza, allora, senza pregiudizi, avremo la possibilità di creare una sinistra unita, forte e coesa, in un clima collaborativo ed efficiente. Insomma, la frammentazione di oggi è un passaggio chiave per poter costruire una sinistra nuova e unita di domani la frammentazione di oggi apre la porta alla costruzione di una sinistra di domani nuova e unita

Coalizione Civica per Cadoneghe si sta muovendo in questa direzione. “Presentarsi alle elezioni con un nuovo candidato sindaco e molte facce nuove, significa ispirare nuove persone ad occuparsi di politica, stimolando senso civico e spirito di servizio per la comunità”, dice Giovanni Petrina, capolista e portavoce del gruppo. “Concordo in pieno”, prosegue Roberto Mairo, candidato sindaco, “uno dei principali motivi per cui mi sono candidato è proprio ispirare un nuovo modo di fare politica e una nuova cultura della politica, che deve partire da persone nuove, competenti, piene di belle idee e motivate a lavorare insieme per occuparsi del più nobile servizio alla comunità: la politica”.

“Con la presentazione delle liste abbiamo visto spuntare diverse civiche all’ultimo minuto che hanno l’unico scopo di sostenere i partiti. A livello locale, invece, dovrebbero essere le civiche a trainare i partiti e non il contrario. Serve grande volontà e voglia di lavorare perché ascoltare, capire le necessità dei cittadini e trovare soluzioni sostenibili è frutto dell’applicazione di un buon metodo e di un gruppo di lavoro sostenuto da motivazione e collaborazione, non tanto da ideologie politiche, siano esse di destra o di sinistra. Stiamo remando in questa direzione, e questo mi piace”, conclude Roberto Mairo.

Giovanni Petrina

Portavoce Coalizione Civica per Cadoneghe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *